BANOR PER MAREVIVO

La tutela dell’ambiente è sempre più una priorità della società civile, tra gli investitori e gli asset manager. L’impegno di BANOR per Marevivo è un contributo tangibile alla lotta contro l’inquinamento dei mari. Non c’è più tempo e bisogna passare ad azioni concrete per proteggere il pianeta.

SUPPORTO AI PROGETTI MAREVIVO 2021

La partnership tra Banor e Marevivo nel 2021 inizia con l’operazione di rimozione di una rete da pesca abbandonata sui fondali dell’Isola del Giglio. Le attrezzature da pesca sono i rifiuti maggiormente rinvenuti nei mari di tutto il mondo e rappresentano una delle più serie minacce alla biodiversità marina.

WEBINAR “BLU AL PLURALE” PER IL WORLD OCEANS DAY 2020

150 minuti di diretta, 3 moderatori e oltre 20 ospiti per parlare del mare e della conservazione dei suoi ecosistemi con rappresentanti delle istituzioni, scienziati, stakeholder e personalità influenti e sensibili alle tematiche ambientali.

Angelo Meda, Responsabile Azionario Banor SIM, è intervenuto all’interno del panel “Cambiamenti Climatici ed Economia” trasmesso in live streaming l’8 giugno 2020. Nel corso del webinar ha approfondito il tema del rapporto tra imprese e sostenibilità con Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola, Valerio Rossi Albertini, fisico CNR, e Alessandra Todde, sottosegretaria del Ministero dello Sviluppo Economico.

MARE MOSTRO: UN MARE DI PLASTICA?” – CAMPAGNA 2019

Uno dei progetti di particolare interesse è la campagna “Mare Mostro: un mare di plastica?#StopMicroFibre, volto a sensibilizzare sul problema del rilascio delle microplastiche dei tessuti sintetici durante i lavaggi in lavatrice e ai loro effetti sulla vita acquatica e umana. Questo tipo di fibre, in modo particolare il poliestere, rilascia ad ogni lavaggio milioni di microframmenti che non sono catturati dai sistemi di filtraggio degli impianti di depurazione e che vanno a riversarsi nei mari, entrando nella catena alimentare.